Anna Torre

Ogni pietra ha la sua storia

Comincia da quando la trovo, attirata dal colore, dalla forma.
Poi con scalpello e martello la provo, assaggio la sua durezza, la sua lavorabilità.
La raccolgo, come un frutto della terra,
come un regalo di quel luogo.
Mi tiene compagnia per giornate intere.
La guardo e la osservo, la giro e la muovo.
Disegno e schizzo.
La riguardo e guardo il mondo e la storia.
Improvvisamente si svela e tutto diventa chiaro.
Martello e scalpello e tempo.
Un tempo e gesti che sanno di antico, che vanno alle radice del mondo.
Non sono sola: la pietra lavora con me.
I suoi colori, le sue venature mi guidano e mi costringono, qualche volta lottiamo, più spesso camminiamo affiancati.
La ricerca è finita, la pietra si è svelata, ma altre pietre erano lì vicino.
Mi guardano, le guardo e la storia ricomincia.
La ricerca è finita, la pietra si è svelata,
ma altre pietre erano lì vicino.
Mi guardano, le guardo e la storia ricomincia.

Visualizzazione di tutti i 4 risultati